Inizio pagina

Elettricità dal sole in Brasile: sostenibile e conveniente

Foto aerea dell’Ambasciata di Svizzera a Brasilia. L’immagine mostra gli edifici dotati di impianti fotovoltaici e il vasto giardino dell’ambasciata.
Dall’alto si distinguono con chiarezza gli impianti fotovoltaici di colore blu sul tetto degli edifici. (© DFAE)

La Strategia per uno sviluppo sostenibile 2016-2019 del Consiglio federale non si focalizza unicamente su misure di politica interna. Per avviare con successo uno sviluppo sostenibile è necessaria una forte sintonia tra politica interna e politica estera. Negli scorsi anni l’Ambasciata di Svizzera a Brasilia è stata ristrutturata con coerenza in un’ottica ecologica e rappresenta quindi un eccellente esempio di impegno svizzero all’estero.

L’installazione dell’impianto fotovoltaico nel 2017 ha rappresentato per l’ambasciata un grande passo avanti verso la sostenibilità. Oggi gli edifici della Confederazione a Brasilia sono praticamente indipendenti dal punto di vista energetico, dato che producono quasi tutta la corrente di cui hanno bisogno. Questa installazione è lungi dall’essere comune in Brasile che, malgrado le molte ore di insolazione, non utilizza attualmente questo tipo di produzione di energia rinnovabile. 

Buone ragioni per investire nell’energia solare

Tre ragioni fondamentali parlano in favore dell’uso di impianti fotovoltaici in Brasile. In primis il grado d’insolazione: in media oltre sei ore al giorno (soleggiamento massimo pari a dieci ore). In secondo luogo: l’aumento dei prezzi dell’energia elettrica. I cambiamenti climatici provocano lunghi periodi di siccità e la scarsità d’acqua determina, a sua volta, un calo nella produzione di energia idroelettrica. Di conseguenza, negli ultimi anni i prezzi sono fortemente aumentati (nel 2015, ad esempio, si è registrato un aumento del 50% rispetto all’anno precedente). L’impianto fotovoltaico permette di ridurre di oltre il 70% i costi per l’energia e sarà ammortizzato nel giro di pochi anni. La terza e ultima ragione risiede nel fatto che l’energia solare è sicuramente più ecologica rispetto a quella fornita dalla rete elettrica pubblica, ottenuta solo in parte da fonti rinnovabili. Non vi è alcun dubbio: il nuovo impianto è stata un’ottima scelta!

Grafico che mostra l’andamento dei costi energetici dell’Ambasciata di Svizzera a Brasilia da febbraio 2016 a ottobre 2018
Costi energetici dell’Ambasciata di Svizzera a Brasilia 2016-2018 (© DFAE)

In occasione dell’installazione dell’impianto fotovoltaico sono stati rifatti anche i tetti degli edifici dell’ambasciata. Una nuova copertura in alluminio dal potere isolante contribuisce in modo naturale a mantenere freschi i locali.

In primo piano arbusti e palme, sullo sfondo un edificio a due piani.
La residenza vista dal giardino. (© UFCL)

Proseguire sulla strada della sostenibilità 

La corrente prodotta in proprio consentirà in futuro di ricaricare anche un veicolo elettrico, il cui impiego ridurrà ulteriormente le emissioni dannose per l’ambiente.

Il terreno circostante l’ambasciata e i due edifici di servizio è stato inoltre ricoperto di piante. Le specie indigene utilizzate contribuiscono alla tutela della biodiversità locale. Data la scarsità d’acqua in questa zona del Brasile, gli spazi verdi sono annaffiati con parsimonia e in modo mirato. Tutte queste misure fanno dell’Ambasciata di Svizzera nella capitale brasiliana un modello in materia di sostenibilità e rispetto per l’ambiente.

Riprese aeree dell’Ambasciata di Svizzera a Brasilia (video)

Ultima modifica 26.01.2022