"La ricchezza del patrimonio che i nostri due Paesi hanno in comune"

22.04.2019

San José/Uruguay, 22.04.2019 - Discorso del consigliere federale Ignazio Cassis nella cattedrale di San José de Mayo a San José/Uruguay, decorata con dipinti dell'artista ticinese Martino Perlasca - Fa stato la versione orale

Oratore: Capo del Dipartimento, Ignazio Cassis; Cassis Ignazio

Reverendo Monsignor Fajardo
Reverendo Padre Paredes,
Onorevole Senator Camy
Gentili signore, egregi signori,

Sono particolarmente felice di essere qui con voi, oggi, nella calorosa città di San José de Mayo.

Sono rimasto colpito dalla visita di questa splendida cattedrale. Da sola, essa rappresenta la ricchezza del patrimonio che i nostri due Paesi hanno in comune. Uruguaiana per la sua situazione geografica e la sua architettura; ma anche svizzera perché contiene opere di Martino Perlasca, artista originario del Ticino.

Il Ticino non è solo una delle regioni più soleggiate della Svizzera ma anche sede di patrimoni mondiali dell’UNESCO, come i Castelli di Bellinzona e il Monte San Giorgio con i sui fossili. Molti artisti e architetti hanno trovato fonte d’ispirazione nella nostro bel Cantone.

Pochi sanno che le quattro tele della Cappella decorata dal Perlasca, raffiguranti degli Angeli con i simboli della Passione di Cristo e le dodici tele ritratti degli Apostoli, furono eseguite a Lugano e trasportate via nave in Uruguay.

Un bel esempio di come la cultura, l’arte e solide infrastrutture di trasporto abbinate alla volontà di singoli individui, possono unirsi per realizzare un durevole legame tra due paesi, la Svizzera e l’Uruguay.

La Svizzera si interessa al restauro delle opere di questo artista. Infatti oggi, troviamo riunite in questa basilica, i tre classici livelli di decentralizzazione del potere federale.

La Confederazione, che ho l’onere di rappresentare, ha contribuito, e sta tuttora contribuendo, attraverso piccoli progetti, all’identificazione delle opere di Perlasca nella Sala Verdi e nel Club Uruguay a Montevideo.

Il livello cantonale è presente attraverso la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), con sede a Lugano in Ticino. Due studentesse avranno la possibilità di lavorare al fianco della restauratrice Claudia Frigerio, qui presente, partecipando al restauro dei dipinti murali della Sala Verdi.

Last but certainly not least, il Comune di Morcote, rappresentato dal suo sindaco, Signor Nicola Brivio, ha annunciato un generoso contributo di 10 000 franchi per l’attribuzione e il restauro dei dipinti della basilica di San José.

Sono fiero degli sforzi messi in campo dalla Svizzera e dall’Uruguay per conservare questa eredità culturale che ci accomuna. Mi auguro che questa volontà che ci anima di salvaguardare il patrimonio perduri nei secoli a venire.

Grazie!


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
E-Mail: info@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri