Politica umanitaria

La Svizzera pone al centro del suo impegno di politica umanitaria la protezione della popolazione civile colpita da conflitti armati, crisi e catastrofi naturali. Il suo obiettivo è dare un contributo duraturo per tutelare la vita, la dignità, i diritti e i bisogni fondamentali delle persone coinvolte prima, durante e dopo conflitti armati e situazioni di crisi.

La Svizzera opera affinché le norme e gli standard internazionali in vigore vengano rispettati e, qualora necessario, estesi. A tale scopo intrattiene un dialogo continuo con altri Stati, organizzazioni internazionali, think tank e organizzazioni non governative. La Svizzera aAssume un impegnoSi impegna altresì a livello multilaterale come purenonché in nell’ambito di programmi e progetti concreti.

LInoltre la politica umanitaria della Svizzera intende inoltre creare condizioni quadro che permettano alla popolazione colpita di esercitare i propri diritti anche durante un conflitto armato come pure di ricevere un aiuto umanitario tempestivo. A questo proposito si concentra sui gruppi più vulnerabili quali le donne, i bambini e gli sfollati. Le esperienze di aiuto umanitario maturate sul campo confluiscono a loro volta nel lavoro strategico e programmatico della politica del settore.

Protezione della popolazione civile

La sicurezza e il rispetto dei diritti della popolazione civile nei conflitti armati, in particolare delle persone vulnerabili, rappresentano delle priorità per la politica estera svizzera.

Piattaforma sulle migrazioni dovute a catastrofi naturali

La piattaforma sulle migrazioni dovute a catastrofi naturali è una misura concreta dell’Agenda di protezione messa a punto nel quadro dell’iniziativa Nansen.