Diplomazia dei diritti umani

La Svizzera si impegna con determinazione a favore della difesa universale dei diritti umani. La Strategia di politica estera 2020−2023 (SPE 2020−2023) del Consiglio federale formula obiettivi e priorità in quest’ambito, e le Linee guida sui diritti umani 2021−2024 elaborate dal DFAE illustrano in che modo vengono attuate tali direttive. Con principi chiari e campi d’azione concreti ci si prefigge di migliorare l’efficacia e la coerenza dell’operato della Svizzera per la promozione dei diritti umani all’estero.

 La sala per i diritti umani dell’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra
La sala per i diritti umani dell’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra © UN Photo / Jean-Marc Ferré

I diritti umani sono un pilastro importante di un sistema internazionale basato su regole universalmente accettate. E anche un Paese globalmente interconnesso e nello stesso tempo indipendente come la Svizzera trae beneficio da un simile sistema fondato su regole. I diritti umani vengono dunque sistematicamente presi in considerazione nella pianificazione e nell’attuazione della politica estera svizzera.

In linea con gli obiettivi della SPE 2020−2023, la Svizzera presta particolare attenzione a temi quali la libertà di espressione, la pena di morte, la tortura e i diritti delle minoranze. Le Linee guida sui diritti umani 2021−2024 mostrano inoltre come vengono promossi i diritti umani negli ambiti della pace e della sicurezza, dell’economia e della sostenibilità. La Strategia del DFAE «Uguaglianza di genere e Diritti delle donne» definisce il quadro dell’azione mirata della Svizzera in questi due settori. 

Per attuare la politica dei diritti umani la Svizzera ha a disposizione un ampio ventaglio di strumenti, che può impiegare in modo variabile e flessibile a livello bilaterale e multilaterale. La Svizzera fa valere le sue priorità all’interno di numerose organizzazioni regionali e internazionali come anche negli organismi multilaterali.

Diritti umani e la democrazia

La Costituzione federale incarica il Consiglio federale di promuovere i diritti umani e la democrazia nel mondo (art. 54 cpv. 2 Cost.). Secondo la legge federale su misure di promozione civile della pace e di rafforzamento dei diritti dell’uomo , la Confederazione deve «contribuire a rafforzare i diritti dell’uomo, promuovendo i diritti civili, politici, economici, sociali e culturali di persone o gruppi di persone».

I diritti umani sono concretizzati a vari livelli del diritto svizzero nonché in trattati internazionali come la Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (CEDU) o le convenzioni ONU relative alla protezione dei diritti umani.

A livello politico, le modalità dell’impegno svizzero per la tutela dei diritti umani sono stabilite nella SPE 20–23 . I diritti umani sono un tema importante anche nelle strategie subordinate, come la Strategia CI 2021−2024 , che a sua volta definisce obiettivi e strumenti di promozione dei diritti umani, e la Strategia di politica estera digitale 2021–2024. 

Ultima modifica 04.01.2023

Contatto

Divisione Pace e diritti umani

Bundesgasse 32
3003 Berna

Telefono

+41 (0)58 462 30 50

Fax

+41 (0)58 463 89 22

Inizio pagina