Smaltimento di rifiuti d’amianto nel Voivodato di Lublino

Progetto concluso
Risanamento dei tetti in fibrocemento
L’usura nel tempo di queste ultime, causata dagli agenti atmosferici, determina il rischio che chi abita in queste case possa inconsapevolmente inalare le fibre e le polveri che si liberano nell’aria. Polonia si prefigge di eliminare entro il 2032 i materiali che contengono amianto. © Ministerstwo Infrastruktury i Rozwoju

L’amianto è stato un materiale da costruzione molto apprezzato per le sue eccellenti qualità, fino a quando sono stati scoperti i rischi sanitari legati all’inalazione delle sue polveri. In relazione a questa problematica, la Polonia beneficerà di finanziamenti svizzeri per la creazione di un sistema di controllo ed eliminazione dell’amianto, la bonifica di discariche abusive di rifiuti d’amianto e il risanamento dei tetti di 32 000 abitazioni.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Polonia
Proteggere l’ambiente
Smaltimento dei rifiuti
15.12.2009 - 31.12.2016
CHF 13'215'785

N.B.: i testi in tutte le rubriche, ad eccezione di quella intitolata «risultati raggiunti», descrivono la situazione prima dell’inizio del progetto.

Con il termine amianto viene indicato un gruppo di minerali silicati, presenti in natura, caratterizzati da una struttura fibrosa. Le caratteristiche dell’amianto ‒ resistenza alla trazione, al calore e agli acidi, bassa conducibilità termica e basso costo – ne hanno fatto un materiale di largo uso in Polonia, soprattutto nella fabbricazione di prodotti in fibrocemento per l’industria edilizia. Oggi si conoscono i danni alla salute causati dall’inalazione delle polveri d’amianto prodotte, ad esempio, dalle opere di risanamento, dall’usura o dall’azione delle intemperie. Anche quantità minime di polvere d’amianto nell’aria possono essere cancerogene. Perciò la Polonia si prefigge di eliminare entro il 2032 i materiali che contengono amianto.

Nuovo sistema di gestione dell’amianto nel Voivodato di Lublino

Nel quadro dei contributi all’allargamento, la Svizzera finanzia l’eliminazione dei rifiuti di amianto nel Voivodato di Lublino con 13,2 milioni di franchi. Ciò allo scopo di migliorare le condizioni di vita e sanitarie della popolazione di Lublino, dove i materiali edilizi contenenti amianto sono ancora presenti in quantità rilevanti.

Per garantire che lo smaltimento dell’amianto avvenga con modalità appropriate, verranno istituiti un servizio regionale e tre piccole unità amministrative locali, a cui spetterà il compito di identificare i materiali contenenti amianto e vigilare affinché sia completato il loro smaltimento.

Risanamento dei tetti in fibrocemento di 32 000 abitazioni

Un ulteriore provvedimento concernerà il risanamento di tetti con coperture in fibrocemento. L’usura nel tempo di queste ultime, causata dagli agenti atmosferici, determina il rischio che chi abita in queste case possa inconsapevolmente inalare le fibre e le polveri che si liberano nell’aria. Per questa ragione, 32 000 nuclei familiari beneficeranno di interventi finalizzati a rimuovere, allontanare ed eliminare le coperture in fibrocemento delle abitazioni. In linea di massima, i costi delle nuove coperture saranno a carico di chi abita negli edifici interessati dal provvedimento. Tuttavia, i nuclei familiari meno abbienti potranno beneficiare di aiuti economici. A questo scopo, i partner di progetto polacchi hanno istituito una speciale linea di credito a condizioni favorevoli. Questi interventi di risanamento permetteranno l’eliminazione definitiva ed ecocompatibile di 79 000 tonnellate a.

Informazione sui rischi sanitari causati dall’amianto

È prevista una campagna informativa finalizzata a rendere consapevole la popolazione dei rischi sanitari correlati all‘amianto. È necessario porre in rilievo i pericoli derivanti da modalità di eliminazione illecite o scorrette. Inoltre, sul piano pratico la popolazione viene informata sulle soluzioni da attuare e sulle modalità di raccolta e smaltimento sicure dell’amianto.

Altri progetti di miglioramento del sistema di gestione dei rifiuti in Polonia

Con un contributo complessivo di 35,8 milioni di franchi la Svizzera sostiene tre progetti polacchi nel cui quadro saranno risanati i tetti delle abitazioni di più di 40 000 famiglie.

Sono lieto che il maresciallo del Voivodato di Lublino, congiuntamente all’Ufficio svizzero per l’attuazione del contributo all’allargamento, realizzi questo progetto grazie al quale potrò eliminare l’amianto quasi gratuitamente. Non sono io a dover cercare personalmente una ditta di smaltimento dell’amianto, organizzare il trasporto o preoccuparmi del ricondizionamento, dato che sarà proprio il voivodato a occuparsene. Ho richiesto un aiuto per rimuovere tutto il fibrocemento dal tetto di casa mia perché mi sono reso conto dei rischi connessi all’esposizione all’amianto e spero che nei prossimi anni ancora più persone usufruiscano di questa opportunità che potrà migliorare le loro condizioni di vita e potrà anche avere degli effetti positivi sull’ambiente della nostra regione.

Antoni Startek, cittadino di Kraśnik nel Voivodato di Lublino