Regione del Mekong (Cambogia, Laos)

Nella regione del Mekong, e più in particolare in Cambogia e Laos, la Svizzera aiuta a costruire società inclusive basate su uno sviluppo equo e sostenibile e su una governance democratica. Sostiene le popolazioni rurali promuovendo attività nel campo del buongoverno locale e dell’impegno civico, dell’agricoltura e della sicurezza alimentare come pure della formazione professionale e dell’impiego.

Cartina della regione del Mekong (Laos, Vietnam, Cambogia, Myanmar)
© DFAE

Nonostante i progressi economici registrati dagli anni 2000, che hanno permesso alla Cambogia e al Laos di fare passi avanti nella lotta contro la povertà, si registra un aumento delle disparità, in particolare per quanto riguarda la popolazione rurale, che continua a dipendere dalla produzione agricola. I gruppi più vulnerabili, come le donne, le minoranze etniche e gli abitanti delle regioni più remote, sono anche quelli più colpiti da queste disparità. I due Paesi, tra i più poveri dell’Asia sudorientale, si stanno preparando ad affrontare sfide impegnative: dare forti impulsi allo sviluppo sociale e ambientale, diversificare l’economia e consolidare una crescita che porti profitto a tutta la popolazione. Sebbene l’accordo che ha sancito la costituzione della Comunità economica dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) sia entrato in vigore nel 2015, i divari di sviluppo tra i Paesi più avanzati e quelli più poveri rimangono enormi e dovranno essere colmati, altrimenti l’ASEAN non potrà affermarsi come zona economica omogenea.

La Svizzera intrattiene da tempo buone relazioni con i Paesi della regione e, conformemente alla propria strategia di cooperazione per la regione del Mekong 2018-2021, continua a intervenire in Laos e Cambogia adottando un approccio regionale per affrontare le sfide comuni in materia di sviluppo con il sostegno di istituzioni specializzate attive nella regione. Nel 2016 la Svizzera ha ottenuto lo statuto di partner di dialogo settoriale presso l’ASEAN, e ciò le permette di interagire strettamente con questa istituzione chiave dell’Asia sudorientale.

Nei suoi programmi, la Svizzera incoraggia non solo la parità tra donne e uomini, la partecipazione dei gruppi marginalizzati e la non discriminazione, bensì anche le capacità di adattarsi ai cambiamenti climatici, di attenuare gli effetti delle catastrofi e di ridurre i rischi. Un approccio che prevede anche una sensibilizzazione ai conflitti è fondamentale, soprattutto nel contesto postbellico della Cambogia.

Agricoltura e sicurezza alimentare

Incrementare i redditi e la sicurezza alimentare dei piccoli agricoltori

La Svizzera aiuta i piccoli agricoltori a diversificare la loro produzione e ad accedere ai terreni agricoli, alle foreste e ai mezzi di produzione. I contadini possono così aumentare i propri redditi grazie a servizi di consulenza più efficaci, a catene di valore più eque e a un accesso agevolato al mercato.

In Cambogia, circa 6000 piccoli agricoltori, la maggioranza dei quali donne, sono riusciti a migliorare la propria produzione e il proprio reddito grazie a un programma che si basa su un approccio di sviluppo dei mercati con il settore privato nel campo dell’orticoltura. In Laos, sugli elevati altipiani nel nord del Paese, ovvero in regioni rurali particolarmente colpite dalla povertà, oltre 250’000 famiglie hanno beneficiato di progetti attuati dalla DSC, e in particolare di un programma che permetterà di ridurre l’elevato tasso di malnutrizione (44%) tra i bambini di età inferiore ai 5 anni.

Agricoltura e sicurezza alimentare

Governance locale e impegno civico

Decentralizzare e incrementare le capacità

La Svizzera incoraggia donne e uomini a partecipare alla definizione delle politiche e degli investimenti pubblici e a esigere che le amministrazioni pubbliche forniscano rendiconti sul loro operato. I cittadini devono poter contare su servizi sociali di qualità, soprattutto quelli destinati ai gruppi più vulnerabili, come le donne e le minoranze etniche. In Cambogia il sostegno della DSC a un programma di riforma di decentralizzazione ha permesso di rafforzare le strutture governative a livello locale. L’accesso a servizi sociali a livello comunale in tutte le 25 provincie e nei 197 distretti del Paese è accolto con piena soddisfazione dai cittadini. La Svizzera partecipa inoltre al finanziamento degli ospedali Kantha Bopha, che offrono cure a quasi il 70 % dei bambini del Paese. In Laos, quasi un milione di persone, di cui circa il 75 % appartenente a minoranze etniche, e oltre il 50 % donne, hanno beneficiato del contributo svizzero al Fondo per la Riduzione della Povertà istituito dalla Banca Mondiale; questo fondo ha permesso di edificare oltre 2270 infrastrutture, per esempio scuole, ambulatori o punti per l’approvvigionamento idrico.

Riforme economiche e dello Stato

Formazione professionale e occupazione

Migliorare l’accesso all’occupazione

La Svizzera sviluppa progetti che permettono alla popolazione rurale di migliorare le proprie competenze e di accedere più facilmente a posti di lavoro. In Cambogia promuove il programma congiunto delle Nazioni Unite per l’occupazione giovanile; nelle tre provincie interessate dal progetto intende formare 5400 apprendisti nel campo della meccanica, dell’edilizia e dell’industria del turismo, in collaborazione con il settore privato. In Laos, tra il 2013 e il 2017, oltre 2500 giovani provenienti da regioni rurali hanno potuto seguire corsi di falegnameria, sartoria, cucina, meccanica, elettricità e agricoltura finalizzati a migliorare le loro opportunità di essere assunti e, di conseguenza, il loro reddito.

Istruzione di base e formazione professionale

Attività a livello regionale

Per affrontare le sfide sul piano regionale, la Svizzera collabora con istituzioni locali nel campo della gestione delle risorse idriche (Mekong River Commission), dell’accesso a terreni agricoli e alle foreste comunitarie (RECOFTC), e dello sviluppo delle competenze dei lavoratori migranti (PROMISE).

Partner

  • Partner svizzeri: Helvetas Intercooperation, Swisscontact, Centro per lo sviluppo e l’ambiente (Università di Berna), Fondazione Kantha Bopha,
  • Ministeri e autorità provinciali e distrettuali
  • ONG locali e internazionali: WWF, PIC, GIZ, SNV Netherlands Development Organisation
  • Partner regionali: Organizzazione internazionale per le migrazioni, The Center for People and Forests, Mekong River Commission, Land Equity International
  • Donatori bilaterali: pes es. Germania, Paesi nordici, UE
  • Organizzazioni multilaterali: per es. Programma di sviluppo delle Nazioni Unite, Banca mondiale, Banca asiatica di sviluppo, Organizzazione internazionale del lavoro

Progetti attuali

La ricerca non ha prodotto risultati

Multimedia

Video «Connect to» (en)

Questi video presentano in che modo la DSC lavora per migliorare l’accesso al mercato ai raccoglitori di tè, ai produttori di canapa e ai coltivatori e produttori di oli essenziali di cannella in Vietnam.