Riduzione della povertà attraverso la prevenzione di conflitti e disastri

Due Bambini su un carro di cotone
La coltura del cotone è un settore importante e una delle catene di valore aggiunto essenziali per l’economia del Kirghizistan. © DSC

I conflitti, la violenza e le violazioni dei diritti umani sono tra le principali sfide in materia di lotta contro la povertà e la fragilità in senso lato. Le fragilità di uno Stato sono caratterizzate dall’incapacità del governo di garantire la sicurezza dei cittadini e di assicurare i servizi pubblici di base, oltre che dall’assenza di una relazione costruttiva tra governo e popolazione.

Più di 40 Paesi in tutto il mondo, per un totale di circa 1,5 miliardi di abitanti, presentano situazioni di fragilità o sono dilaniati da violenze e conflitti. Entro il 2030, oltre l’80% dei poveri del pianeta potrebbe trovarsi a vivere in contesti fragili se non si intraprendono sin da ora azioni più concertate.

La fragilità rappresenta un grave ostacolo alla realizzazione dell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile. Per lottare contro la fragilità è importante comprenderne tutte le sfaccettature ed elaborare approcci differenziati secondo i contesti tenendo conto dell’intero spettro delle problematiche, comprese quelle più delicate e sensibili.

Agire nei contesti fragili

La Svizzera intensifica il proprio impegno allo scopo di prevenire e gestire le conseguenze di crisi, catastrofi e fragilità. Il suo obiettivo è assegnare la metà dei propri aiuti bilaterali ai contesti caratterizzati da conflitti o fragilità.

Le attività della DSC nei contesti fragili

Le attività della Svizzera si iscrivono nell’ambito della promozione di società pacifiche, eque e inclusive. Il nostro Paese si impegna direttamente a favore del principio del «non lasciare indietro nessuno» (leave no one behind).

Caratteristiche dei contesti fragili

Gli Stati e le regioni fragili sono caratterizzati da istituzioni deboli, elevati livelli di povertà, violenza, corruzione e arbitrio. Le fragilità sono riscontrabili sia nel contesto dello sviluppo e della transizione sia in quello delle crisi umanitarie.

Promuovere società pacifiche e inclusive

Focus su SDG 16+ per promuovere società pacifiche, eque e inclusive per uno sviluppo sostenibile e per combattere i conflitti.

Prevenzione dei conflitti e di tutte le forme di violenza

La prevenzione dei conflitti violenti ha lo scopo di evitare eventuali nuovi conflitti e di impedire l’insorgere di nuovi focolai di violenza. Consiste non solo nell’impedire le crisi, ma anche nell’affrontarne le cause.

Documenti

Progetti attuali

Oggetto 1 – 12 di 297

Migliorare la sicurezza per la popolazione croata nel-le zone contaminate dalle mine

Uno specialista smina un terreno

01.06.2017 - 10.12.2024

Le mine e altri residuati bellici esplosivi sono una pericolosa eredità della guerra in Croazia del 1991-1996 e pregiudicano ancora oggi la sicurezza della popolazione locale. L’integrazione economica e sociale delle vittime delle mine costituisce una sfida per la società. Nel quadro del contributo svizzero all’allargamento la Svizzera versa tre milioni CHF per sostenere misure volte a rimuovere le mine e a migliorare la situazione delle vittime e delle loro famiglie. La qualità di vita della popolazione che vive nelle regioni contaminate dalle mine ne trae così un grande beneficio.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Croazia
Unallocated Unspecified
Unallocated Unspecified
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
Sectors not specified
Sectors not specified
Rimozione di mine terrestri
Rafforzare la sicurezza pubblica

01.06.2017 - 10.12.2024


CHF 3'000'000



Progetto concluso

Safeguarding children’s rights in East Jerusalem

Salvaguardare i diritti dei bambini a Gerusalemme Est, territorio palestinese occupato

01.12.2016 - 31.12.2020

By supporting a comprehensive child protection programme in occupied East Jerusalem, Switzerland aims to ensure that vulnerable children at risk of being in conflict with the law or directly affected by the conflict, together with their families, have access to appropriate preventive and protection programmes. The intervention, implemented by UNICEF and its partners, is in line with Switzerland's engagement for the respect of human rights and international humanitarian law in the occupied Palestinian territory.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Autorità Palestinese
Governance
Conflitto & fragilitá
Diritti umani
Conflict prevention and transformation
Sviluppo legale e giudiziario
Prevenzione dei conflitti
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)

01.12.2016 - 31.12.2020


CHF 2'250'000



Migliori condizioni di sussistenza per gli allevatori etiopi grazie a uno sfruttamento più sostenibile delle risorse idriche e dei pascoli

Un gruppo di etiopi scava nuovi bacini con pale e picconi accanto a uno stagno semiprosciugato.

01.06.2015 - 31.12.2021

Siccità, carenza di foraggio e conflitti per il controllo delle risorse naturali rendono grama la vita degli allevatori di bestiame nel Sud dell’Etiopia. Per migliorare la loro sicurezza alimentare e la capacità di resilienza in caso di crisi, la DSC ha adottato una serie di misure che vanno dal risanamento dei pascoli e dei pozzi all’introduzione di piani di utilizzazione e alla creazione di nuove fonti di reddito per le donne.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Etiopia
Agricoltura e sicurezza alimentare
Conflitto & fragilitá
Canbiamento climatico ed ambiente
No Theme defined
Terreni agricoli
Sicurezza alimentare domestica
Prevenzione dei conflitti
Riduzione dei rischi di catastrofi

01.06.2015 - 31.12.2021


CHF 8'653'920



Progetto concluso

Maggiore partecipazione dei cittadini e responsabilità dei Comuni

Cinque ragazze con un abito giallo per la festa di inaugurazione del nuovo asilo

01.04.2015 - 31.08.2020

La decentralizzazione è una delle priorità del Governo in carica dal 2012 in Kirghizistan. Data questa premessa, il progetto ha come obiettivo principale un aumento della partecipazione dei cittadini a livello comunale, in particolare per quanto riguarda le questioni di bilancio. Contemporaneamente, si vuole garantire che le autorità locali investano nei servizi pubblici i mezzi finanziari a loro disposizione in maniera adeguata.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Kirghizistan
Governance
Conflitto & fragilitá
Decentralizzazione
Gestione delle finanze pubbliche
Prevenzione dei conflitti

01.04.2015 - 31.08.2020


CHF 5'740'000



Progetto concluso

Ricostruire le amministrazioni e promuovere il dialogo e la fiducia in Ucraina

Carta della Ucraina

10.02.2015 - 30.06.2018

La DSC sostiene un progetto delle Nazioni Unite nei distretti amministrativi Luhansk e Donetsk colpiti dal conflitto che sono sotto il controllo del Governo statale. L’obiettivo è ricostruire le amministrazioni locali e sostenere il dialogo tra i vari attori per rafforzare la coesione sociale. Si tratta della prima grande iniziativa internazionale per la ricostruzione del Donbas nell’Ucraina orientale.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Ucraina
Conflitto & fragilitá
No Theme defined
Prevenzione dei conflitti

10.02.2015 - 30.06.2018


CHF 1'500'000



Progetto concluso

Aiuto psicologico mirato per chi vive nella Striscia di Gaza

Una terapeuta a colloquio con una paziente in una sala consultazione.

01.02.2015 - 31.12.2018

Nel Vicino Oriente nessun popolo soffre di disturbi mentali con la frequenza dei Palestinesi. Nella Striscia di Gaza le conseguenze politiche, economiche e sociali della chiusura compromettono la salute dei suoi abitanti. Il Gaza Community Mental Health Programme (GCMHP), sostenuto dalla DSC, offre loro consulenze, corsi e terapie. Soltanto nel 2017 sono state aiutate più di 20’000 persone.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Autorità Palestinese
Conflitto & fragilitá
Sanità
Diritti umani
Sostegno psicosociale (till 2016)
Servizi medici
Prevenzione dei conflitti
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)
Rafforzamento dei sistemi sanitari

01.02.2015 - 31.12.2018


CHF 1'964'000



Progetto concluso

Protezione e assistenza di base a Bagdad per i profughi interni iracheni

 Alcune persone bisognose in un punto di distribuzione di generi alimentari e altri prodotti davanti a un supermercato in Iraq.

01.07.2014 - 30.09.2015

Nel dicembre 2013, in Iraq è scoppiato un nuovo conflitto armato che si è esteso rapidamente dalla provincia di Anbar alla zona centrale e settentrionale del Paese. Ampie porzioni della popolazione civile sono state costrette ad abbandonare le proprie abitazioni. Molti profughi interni hanno trovato rifugio nella capitale Bagdad, dove però non beneficiano di un’adeguata protezione e l’assistenza di base è insufficiente. La DSC sostiene il Norwegian Refugee Council (NRC), un’organizzazione non governativa internazionale che si adopera a Bagdad per i profughi interni.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Iraq

Capitale Bagdad

Assistenza umanitaria & RRC
Diritti umani
Conflitto & fragilitá
Assistenza materiale
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)
Prevenzione dei conflitti

01.07.2014 - 30.09.2015


CHF 1'425'000



Progetto concluso

Gestione dell'acqua e promozione della pace in Medio Oriente: La pace a fior d'acqua

01.12.2013 - 30.06.2016

Dal 2009, la Svizzera ha avviato un nuovo tipo di cooperazione che unisce alla promozione della pace la gestione sostenibile delle risorse idriche in Medio Oriente. Questa regione del mondo sta infatti vivendo una crisi di vasta portata caratterizzata dal deterioramento e dal progressivo prosciugamento di numerose risorse d'acqua di uso collettivo. Da un rapporto indipendente pubblicato nel 2011 è emerso che una gestione sostenibile delle risorse idriche transterritoriali sul piano politico potrebbe non soltanto evitare calamità naturali e tragedie umane ma anche fungere da strumento importante per la promozione della pace.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Vicino Oriente
Altro
Acqua
Agricoltura e sicurezza alimentare
Conflitto & fragilitá
Conflict prevention and transformation
Diplomazia e sicurezza dell'acqua
Politica del settore idrico
Risorse idriche in agricoltura
Prevenzione dei conflitti
Conservazione delle risorse idriche

01.12.2013 - 30.06.2016


CHF 3'048'000



Progetto concluso

Riabilitazione di villaggi abbandonati nel Sud-Est del Myanmar

Un’infermiera accoglie alcuni pazienti all’ingresso del centro di assistenza medica.

01.09.2013 - 14.08.2017

In Myanmar i villaggi situati lungo la frontiera con la Thailandia sono stati tormentati da oltre sei decenni di conflitti. Geograficamente isolati e in parte posti sotto il controllo di gruppi etnici armati ex combattenti, questi villaggi sono fuori della portata delle autorità governative e gli abitanti devono accontentarsi di infrastrutture precarie.  La DSC, insieme alle comunità interessate e altri partner, opera per ristabilire i servizi di base puntando sui giovani della regione.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Myanmar
Conflitto & fragilitá
Istruzione
Sanità
Prevenzione dei conflitti
Education facilities and training
Primary education
Assistenza sanitaria primaria

01.09.2013 - 14.08.2017


CHF 5'091'000



Progetto concluso

oPt, Enhancing Social Engagement and Accountability through Culture and the Arts

I membri della comunità locale di Qattana stanno abbellendo il loro villaggio attraverso la riparazione e la verniciatura dei muri

01.09.2013 - 31.12.2019

The aim of this intervention is to enhance social engagement and participation, to promote the role of people as agents of change and to strengthen social accountability in the oPt. SDC will support initiatives that use arts and culture as a means to enhance democratic debates, promote social inclusion and active participation within the communities and between the communities and the local authorities. The initiatives will favour the participation of youth and women in local public debates.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Autorità Palestinese
Cultura / sensibilizzazione allo sviluppo
Diritti umani
Conflitto & fragilitá
Conflict prevention and transformation

Cultura e svago
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)
Prevenzione dei conflitti

01.09.2013 - 31.12.2019


CHF 945'682



Progetto concluso

Riforma dello Stato in Somalia

Seduto alla propria scrivania, un impiegato del municipio di Hargeisa, capitale dello Stato del Somaliland, inserisce i dati delle fatture saldate nel sistema informatico.

01.08.2013 - 31.12.2017

La DSC sostiene un progetto di decentralizzazione in Somalia. Lo scopo è quello di promuovere la pace e lo sviluppo rafforzando la capacità dei municipi di rispondere ai bisogni degli abitanti. I primi risultati sono incoraggianti.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Somalia
Governance
Conflitto & fragilitá
Conflict prevention and transformation
Decentralizzazione
Gestione delle finanze pubbliche
Prevenzione dei conflitti

01.08.2013 - 31.12.2017


CHF 9'000'000



Progetto concluso

Prevenzione della violenza domestica in Tagikistan

 Cinque attori teatrali mimano una scena della vita quotidiana.

01.09.2012 - 30.09.2016

Tra la popolazione del Tagikistan, che è in prevalenza rurale, la violenza domestica è diffusa. Le donne pagano un pesante tributo alla cultura dell’impunità che si è assestata intorno alle violenze esercitate ai loro danni. In questo contesto la DSC si mobilita per imprimere un cambiamento di mentalità e sostenere concretamente una varietà di strutture che forniscono aiuto alle vittime.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Tagikistan
Diritti umani
Conflitto & fragilitá
Governance
Conflict prevention and transformation
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)
Sostegno psicosociale (till 2016)
Sviluppo legale e giudiziario

01.09.2012 - 30.09.2016


CHF 4'080'000


Oggetto 1 – 12 di 297