Relazioni bilaterali Svizzera–Bosnia e Erzegovina

Le relazioni politiche tra la Svizzera e la Bosnia e Erzegovina sono buone e intense. Con il suo impegno sostanziale, la Svizzera contribuisce al consolidamento del buongoverno, della giustizia, dell’economia di mercato e dei servizi sanitari.

Priorità delle relazioni diplomatiche

Interessata a una stabilizzazione duratura del Paese, la Svizzera supporta le autorità statali a vari livelli (amministrazione pubblica, entità, Cantoni e Comuni) nei loro sforzi di riforma e con il suo impegno sostanziale contribuisce al consolidamento del buongoverno, della giustizia, dell’economia di mercato e dei servizi sanitari. Promuove inoltre gli sforzi intrapresi a livello locale per risolvere le conseguenze del conflitto degli anni 1992-1995.

Banca dati dei trattati internazionali

Cooperazione e sviluppo economic, Segreteria di Stato dell’economia SECO

Cooperazione economica

A livello economico per la Bosnia e Erzegovina la Svizzera è un partner importante sia per gli scambi commerciali sia per gli investimenti diretti. Dal punto di vista svizzero, tuttavia, il volume degli scambi e degli investimenti rimane relativamente esiguo. La vasta diaspora bosniaca presente in Svizzera e le rimesse di denaro in patria assumono un ruolo importante nelle relazioni economiche bilaterali.

Sostegno commerciale (Switzerland Global Enterprise)

Cooperazione nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione

I ricercatori e gli artisti della Bosnia e Erzegovina possono candidarsi per una borsa di studio d’eccellenza della Confederazione Svizzera presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI). La Svizzera sostiene inoltre la ricerca in Bosnia e Erzegovina attraverso i due programmi:

 

  • «Scientific Cooperation between Eastern Europe and Switzerland» (SCOPES)
  • «Regional Research Promotion Programme» (RRPP)

 

Questi programmi promuovono la collaborazione tra i ricercatori di entrambi i Paesi.

SEFRI: Borse d’eccellenza della Confederazione Svizzera per ricercatori e artisti stranieri

Fondo nazionale svizzero: Scientific Cooperation between Eastern Europe and Switzerland (SCOPES)

Regional Research Promotion Programme (RRPP) (en)

Promozione della pace e sicurezza umana

In Bosnia e Erzegovina la Svizzera si impegna nel campo dell’analisi del passato e delle conseguenze del conflitto del 1992-1995 e per l’avvicinamento tra le diverse etnie.

Al massimo venti membri dell’Esercito svizzero partecipano alla missione militare di mantenimento della pace Althea del contingente multinazionale dell’UE (EUFOR). Inoltre sei membri al massimo dell’Esercito fanno parte di gruppi di addestramento mobili («Mobile Training Team») per garantire la conservazione sicura di munizione e armi.

Esercito svizzero: EUFOR LOTT & MTT (Bosnia e Erzegina)

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

La Bosnia e Erzegovina è un Paese prioritario della cooperazione svizzera con l'Europa dell'Est. Con questa cooperazione si vuole raggiungere la stabilità politica del Paese e attuare, a livello nazionale, le riforme strutturali necessarie in ambito economico e politico. A questo scopo negli ultimi 20 anni la Confederazione svizzera ha contribuito con oltre 500 milioni CHF a progetti, programmi e interventi multilaterali nel Paese. La Svizzera appoggia l'integrazione europea della Bosnia e Erzegovina voluta dai suoi cittadini.

Il programma di cooperazione a Sarajevo attua anche progetti della Segreteria di Stato della migrazione nell'ambito del partenariato bilaterale in materia di migrazione.

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Scambi culturali

Dalla fine della guerra la Fondazione Pro Helvetia e l’Ambasciata di Svizzera sono molto attive in ambito culturale. In particolare, dal 1996 la Svizzera sostiene il Festival del film di Sarajevo (SFF), il più importante del suo genere nell’Europa sudorientale, finanziando i premi per il miglior documentario e il miglior film sui diritti umani. In questo contesto il Festival collabora con il «Festival du Film et Forum International sur les Droits Humains» di Ginevra.

Storia delle relazioni bilaterali

La Svizzera intrattiene relazioni diplomatiche con la Bosnia e Erzegovina dal 1995. Il fatto che abbia accolto numerosi rifugiati durante il conflitto del 1992–1995 e sostenuto la ricostruzione del Paese ha dato ulteriore lustro alla sua immagine.

Dizionario storico della Svizzera: Bosnia e Erzegovina