Validi il:
Diffusi il: 29.10.2019

La descrizione della situazione è stata aggiornata. Le raccomandazioni rimangono invariate.


Consigli di viaggio - Cile

Attualità

Dal 18 ottobre 2019, in tutto il Paese, in particolare a Santiago e in altre città, avvengono ripetutamente manifestazioni, scontri tra dimostranti e le forze di sicurezza, saccheggi, scioperi e blocchi stradali, a volte violenti. Non si può escludere il rischio di ritrovarsi all’improvviso in mezzo a scontri violenti.

Sono stati segnalati anche molti casi di incendio doloso. Nel centro di Santiago, i manifestanti hanno causato gravi danni materiali in un hotel. Non si possono escludere altri avvenimenti di questo genere.

I disordini hanno provocato diversi morti e feriti.

Il 18 ottobre 2019, il Governo ha decretato lo stato d’emergenza per le regioni interessate e lo ha revocato il 28 ottobre 2019. La situazione politica e sociale continua ad essere tesa. Non si possono escludere difficoltà di approvvigionamento.

In caso di traffico ostacolato da manifestazioni, scioperi o blocchi stradali, ai viaggiatori non resta che informarsi sul posto riguardo alle possibilità di viaggio alternative e, se la situazione lo richiede, attendere il placarsi della situazione. In caso di ostacoli al traffico, i mezzi di assistenza dell'ambasciata svizzera a Santiago per l’uscita dal Paese o per la continuazione del viaggio sono solo limitati, se non addirittura nulli.

Prima e durante il viaggio si raccomanda di informarsi tramite i media, presso il proprio operatore turistico o presso un'agenzia di viaggio locale sulla situazione attuale nella regione di destinazione e sull'attuabilità del viaggio. Evitare le dimostrazioni di ogni tipo e attenersi alle istruzioni emanate dalle autorità locali (coprifuochi ecc.). Informarsi localmente (nei media, nel vostro hotel, ecc.) su eventuali coprifuochi; generalmente sono proclamati e revocati con breve preavviso. Per informazioni sui collegamenti aerei rivolgersi alle compagnie aeree.

Prestare anche attenzione alle informazioni e alle raccomandazioni che seguono.

Valutazione sommaria

Il Cile è in linea di massima un paese stabile, tuttavia, a seguito di tensioni sociali e politiche, potrebbero aver luogo manifestazioni, scioperi, disordini e blocchi stradali.

Si verificano manifestazioni, scioperi, disordini e blocchi stradali che possono causare disagi al traffico locale e ritardi. Se del caso, i visitatori devono informarsi in loco in merito a percorsi alternativi o attendere che la situazione si normalizzi. Si consiglia di prevedere un tempo sufficiente per i propri spostamenti. In caso di blocchi, i mezzi di assistenza dell'ambasciata svizzera a Santiago per l'uscita dalle regioni colpite sono solo limitati, se non addirittura nulli.

Si raccomanda di evitare qualsiasi manifestazione, in quanto queste potrebbero essere accompagnate da episodi violenti. Attenersi alle istruzioni emanate dalle autorità locali (coprifuochi ecc.).

Nella capitale, attentati occasionali sono stati commessi in passato da gruppi violenti locali. Di solito erano diretti contro banche, edifici amministrativi e sedi di aziende straniere e hanno causato danni materiali. Sporadicamente, alcune persone sono state ferite. Non si possono escludere altri attentati di questo genere. Il rischio di attacchi da parte di organizzazioni terroristiche internazionali non si può escludere neanche in Cile. La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Santiago e Valparaíso: Nel centro di Santiago e Valparaíso, gli studenti manifestano regolarmente. Si raccomanda pertanto di evitare qualsiasi manifestazione, in quanto queste potrebbero essere accompagnate da episodi violenti.

Le zone di frontiera con Perù, Bolivia e Argentina sono ancora parzialmente minate, anche nelle vicinanze delle mete turistiche e in alcune zone naturali protette. La maggior parte dei campi minati sono segnalati. Si raccomanda tuttavia di limitarsi alle strade molto trafficate, di osservare scrupolosamente le segnalazioni e di intraprendere escursioni esclusivamente accompagnati da una guida esperta del luogo. In caso di dubbio, rivolgersi alla polizia locale e/o alla popolazione.

Nella regione IX (Araucanía) alcuni gruppi di attivisti indigeni commettono atti di violenza contro l’industria del legno e proprietari terrieri. Questo conflitto provoca occasionalmente dei blocchi stradali e sporadici attacchi da parte di elementi estremisti, ad esempio prendendo di mira gli autobus. Turisti e viaggiatori potrebbero loro malgrado essere vittime di tali attacchi. Si raccomanda di essere prudenti.

Criminalità

Il tasso di criminalità può variare considerevolmente a dipendenza delle località e dei quartieri delle città. Avvengono scippi e furti. Vi è sempre più ricorso alla violenza. Si raccomanda inoltre di attenersi alle seguenti misure precauzionali:

  • osservare particolare prudenza nei centri delle città di Santiago e Valparaíso. A Valparaíso, furti e violente aggressioni contro i turisti sono frequenti, specialmente nei bassifondi e sulle strade turistiche lungo la collina della città.
  • evitare di recarsi nei quartieri poveri, soprattutto di notte;
  • si consiglia di informarsi presso conoscenti, soci in affari o nell'albergo sulle condizioni locali, in particolare in merito a quartieri che occorre evitare;
  • evitare di cambiare denaro per strada;
  • non portare gioielli ostentati o di valore.

Trasporti e infrastrutture

Lo stato delle strade e degli assi viari principali può esser definito buono. Tuttavia al di fuori degli assi principali molte strade sono in cattivo stato oppure non asfaltate.

Gli eccessi di velocità e la frequente inosservanza delle regole di circolazione rappresentano una notevole fonte di incidenti sulle strade del Cile. L'oscurità aumenta notevolmente il rischio di incidenti.

Al momento della pianificazione del percorso non sottovalutare le grandi distanze. Portare con sé una scorta sufficiente di acqua, cibo e carburante soprattutto nelle regioni desertiche.

Nelle aree isolate i collegamenti telefonici mobili come pure l'accesso a Internet non sono sempre e ovunque garantiti.

Disposizioni giuridiche specifiche

L'offesa ad alte autorità nazionali rappresenta un'infrazione alla legge sulla sicurezza interna. Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti sono punite con l'incarcerazione fino a 20 anni (i procedimenti penali sono lunghi).

Pericoli naturali

Il Cile si trova in zona sismica e conta circa 80 vulcani attivi. Terremoti possono provocare devastazioni sulla terraferma e tsunami.

Le estreme condizioni meteorologiche richiedono una buona preparazione e un buon equipaggiamento se si intraprendono attività all'esterno. Nel sud del Cile e in montagna le condizioni atmosferiche possono cambiare rapidamente.

In estate in molte regioni vi è pericolo d’incendi boschivi.
Le forti piogge possono causare frane e danni alle infrastrutture (comprese interruzioni di corrente), così come nel deserto, i letti dei fiumi prosciugati possono trasformarsi in breve tempo in torrenti impetuosi o in inondazioni di fango. Anche la circolazione può subire disagi temporanei.

A chi intendesse intraprendere gite, scalate di montagne o vulcani si raccomanda di farsi accompagnare da una guida qualificata ed esperta del luogo.
Quando si visitano i
parchi Nazionali: all'ingresso del parco al momento del pagamento della tariffa di accesso, informate le autorità del Parco Nazionale CONAF (Corporación Nacional Florestal) riguardo al vostro programma di viaggio.

Prestare attenzione alle previsioni meteorologiche come pure agli avvisi e alle istruzioni delle autorità locali, ad es. sbarramenti attorno a vulcani attivi e ordini di evacuazione.
Dirección Meteorológica de Chile
Oficina Nacional de Emergencia del Ministerio del Interior ONEMI

Se durante il soggiorno si verifica una catastrofe naturale, si raccomanda di mettersi immediatamente in contatto con i propri famigliari e di seguire le direttive delle autorità. Qualora il collegamento con l'estero fosse interrotto, si raccomanda di mettersi in contatto con l'Ambasciata di Svizzera a Santiago.

Assistenza medica

Fuori della capitale l’assistenza medica non è garantita ovunque a causa delle grandi distanze e della scarsa densità di popolazione. Molti ospedali richiedono una garanzia per la copertura dei costi prima di trattare i pazienti. Tuttavia, il pronto soccorso è in linea di principio prestato senza garanzia finanziaria.

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute. Sull'altopiano i sintomi di malori dovuti all'altitudine non vanno sottovalutati. Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Indirizzi utili

Numero di emergenza della polizia: 133
Numero di emergenza dell'ambulanza: 131

Prescrizioni doganali cilene: Servicio Agrícola y Ganadero (SAG)

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Santiago

Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.