Relazioni bilaterali

L'attività della Svizzera nello Yemen è consistita nel fornire aiuti alimentari e un sostegno tecnico e finanziario. Negli anni 1980 essa si è estesa anche, a varie riprese, ad aiuti d'emergenza in seguito a terremoti.

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

La Svizzera ha intensificato il suo aiuto allo Yemen. Dal 2007, cooperando con le organizzazioni internazionali presenti in loco, attua un programma denominato «protezione nella regione», il cui obiettivo principale è di assistere lo Yemen nella gestione dei flussi di rifugiati provenienti dal Corno d'Africa.

All'inizio del 2011, con lo scopo di rafforzare ulteriormente la sua attività, la Svizzera ha aperto un Ufficio di programma della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) a Sana'a.

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Le svizzere e gli svizzeri in Yemen

La comunità svizzera nello Yemen conta 37 membri.

Storia delle relazioni bilaterali

Prima dell'unificazione dello Yemen avvenuta nel 1990, la Svizzera aveva riconosciuto sia lo Yemen del Nord (nel 1948) sia lo Yemen del Sud (nel 1967), stabilendo relazioni diplomatiche con i due Paesi (rispettivamente nel 1972 e nel 1973). Attualmente rappresenta i suoi interessi nello Yemen attraverso la sua Ambasciata a Riyad e dispone inoltre di un consolato a Sana'a. Lo Yemen ha un'Ambasciata in Svizzera (Ginevra).

Iscrizione nel Dizionario storico della Svizzera (fr)