Validi il:
Diffusi il: 03.06.2019

Il capitolo attualità è stato attualizzato. Le elezioni presidenziali previste per il 18 aprile 2019 sono state rimandate una seconda volta. La nuova data non è ancora stata confermata.


Consigli di viaggio - Algeria

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.
Si prega inoltre di leggere anche le raccomandazioni generali per tutti i viaggi come pure la rubrica focus, parte integrante dei presenti Consigli di viaggio.

Attualità

Le elezioni presidenziali previste per il 18 aprile 2019 sono state rimandate una seconda volta. La nuova data non è ancora stata confermata. Dimostrazioni possono aver luogo in tutto il Paese. Non si possono escludere scontri violenti con le forze di sicurezza.

Si raccomanda di seguire attentamente tramite i media l'evoluzione della situazione, sia prima che durante il viaggio, e di evitare assembramenti e manifestazioni di qualsiasi tipo.

Prestare anche attenzione alle informazioni e alle raccomandazioni che seguono.

Valutazione sommaria

I viaggi in Algeria comportano rischi.

Il governo algerino ha rinforzato le misure di sicurezza nel paese e soprattutto nella capitale Algeri. Tuttavia il rischio di attentati in tutto il paese non può essere escluso.

I potenziali obbiettivi sono le istituzioni pubbliche, le forze di sicurezza, le ditte estere e i luoghi dove si ritrovano spesso gli stranieri. Il movimento Al-Qaeda e altri gruppi terroristici nel Maghreb islamico minacciano di compiere attentati contro le strutture occidentali.

Nelle zone rurali, montagnose come pure nelle zone del deserto, possono avere luogo sporadici scontri armati fra i terroristi e l’esercito.

In molte regioni del Sahara sono operative bande armate e terroristi islamici che vivono di contrabbando e di sequestri. Sono perfettamente organizzati, operano anche di là dei confini nazionali e hanno contatti con gruppi criminali locali. Il rischio di sequestri è considerato elevato, nelle regioni desertiche della parte meridionale, nella zona frontaliera con la Tunisia e in Cabilia. Anche nelle altre zone del paese, il rischio di sequestri non può essere escluso.

Prestare anche attenzione al capitolo pericoli locali specifici, alla rubrica terrorismo e sequestri, e al Focus Pericolo di sequestro nel Sahara e nelle regioni confinanti.
Terrorismo e sequestri
Pericolo di sequestro nel Sahara e nel Sahel

Durante le manifestazioni possono crearsi scontri violenti tra le forze di sicurezza e i dimostranti.

Si raccomanda inoltre di osservare le seguenti misure precauzionali:

  • fare in modo che il viaggio sia organizzato da una persona esperta del luogo;
  • fare in modo di essere accolti all’aeroporto di Algeri e accompagnati in albergo;
  • limitarsi preferibilmente a frequentare i centri urbani e intraprendere gli spostamenti all’interno del Paese possibilmente soltanto in aereo. Nel caso si debba assolutamente attraversare il Paese, accertarsi che il partner locale abbia annunciato lo spostamento alla polizia e si sia informato in merito alle disposizioni di sicurezza più indicate. Visto l’accresciuto rischio di incidenti e aggressioni, rinunciare in ogni caso ad attraversare il paese di notte;
  • in caso di soggiorni prolungati o ripetuti, modificare le proprie abitudini giornaliere;
  • evitare qualsiasi genere di dimostrazione, manifestazione o assembramento.

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Cabilia (nel nord-est del Paese): in Cabilia si verificano regolarmente disordini e aggressioni, e il rischio di sequestri è elevato. Il 21 settembre 2014 un turista francese è stato sequestrato di terroristi nella regione di Tizi Ouzou. Malgrado le forze di sicurezza abbiano rinforzano la loro presenza nella regione, sono state vittime di attentati come ad esempio il 19 aprile 2014 dove diversi soldati sono morti in un agguato ad un convoglio militare nel comune di Iboudrarene. Si sconsigliano i viaggi in Cabilia.

Zone di frontiera con il Marocco: queste regioni sono tuttora disseminate di mine risalenti alla guerra di indipendenza. È vietato varcare via terra la frontiera con il Marocco.

Zone di frontiera con la Tunisia: Esiste il rischio di sequestri. In queste regioni sono operative bande di terroristi. Sono ben organizzate, tendenzialmente violente e operano al di là dei confini nazionali. Inoltre, sono tuttora disseminate delle mine risalenti alla guerra di indipendenza. È sconsigliato viaggiare nelle zone di frontiera con la Tunisia.

Regione centrale: nella città di Ghardaia e dintorni, degli scontri violenti hanno avuto luogo a inizio 2014. Sebbene le misure di sicurezza siano state rinforzate, sporadici atti di violenza sono possibili. Prima e durante i viaggi a destinazione di Ghardaïa e in tutta la valle dello M’Zab, informarsi tramite i media e il proprio operatore turistico in merito alla situazione securitaria attuale. Attenersi alle istruzioni delle autorità locali.

Sud dell’Algeria: a sud della linea che collega le città di Béchar - Ghardaia - Touggourt - El-Oued il rischio di rapimento è elevato.
La situazione della sicurezza prelevante in Libia, nel nord Nigeria e nel nord del Mali, si ripercuote sulla situazione di sicurezza nella parte meridionale dell'Algeria e aumenta significamene il rischio di essere vittime di un sequestro o di un altro atto terroristico. Il 16 gennaio 2013, numerosi dipendenti di un impianto per la produzione di gas situato a Tigantourine, nei pressi di In Amenas, sono stati presi in ostaggio da un gruppo terroristico. Dozzine di persone sono rimaste uccise durante l’intervento delle forze speciali dell’esercito algerino. Nell'ottobre del 2011 alcuni collaboratori europei di organizzazioni umanitarie sono stati rapiti in un campo profughi vicino a Tindouf. All'inizio di febbraio 2011 una turista italiana è stata sequestrata in una zona situata a sud della città di Djanet.
Si sconsigliano i viaggi a sud della linea che collega le città di Béchar - Ghardaia - Touggourt - El-Oued.

Criminalità

La piccola criminalità è presente; in particolare nelle grandi città quali Algeri, Constantine e Oran. I furti e le rapine rappresentano un serio problema.

Trasporti e infrastrutture

Le strade sono generalmente in buone condizioni. Gli stranieri possono recarsi in alcune regioni solo se accompagnati da una scorta di polizia. Informatevi presso le autorità locali in merito al regolamento da seguire. Si sconsigliano i viaggi notturni.

Il traffico stradale miete ogni anno numerose vittime. La guida imprevedibile e la manutenzione tecnica carente di molte automobili richiedono la massima concentrazione da parte di tutti gli utenti della strada (automobilisti, motociclisti, ciclisti e pedoni).

Disposizioni giuridiche specifiche

Gli atti omosessuali sono punibili. È vietato fotografare persone in uniforme, installazioni militari nonché edifici pubblici (aeroporti, ponti ecc.). L'importazione di binocoli è severamente proibita. Essi sono sistematicamente identificati all'arrivo con degli scanner e immediatamente confiscati. Infrazioni alla legge sugli stupefacenti (importazione, spaccio e consumo) sono severamente punite anche per quantità minime e per ogni tipo di sostanza stupefacente. In questi casi potrebbe essere persino inflitta la pena di morte. Le condizioni di reclusione sono inoltre assai precarie.

Particolarità culturali

L'Algeria è un Paese musulmano in cui sono presenti tendenze sia liberali sia di estremo fondamentalismo. Adattate comportamento e abbigliamento ai costumi locali. Informarsi nelle guide turistiche, presso la propria agenzia di viaggi o sul posto in merito alle regole comportamentali. Si deve considerare che durante il Ramadan vigono regole e prescrizioni particolari.
Nei matrimoni tra straniere/i e Algerini di fede musulmana esistono certe regole comportamentali e leggi islamiche da osservare. Il marito ha per esempio il diritto, in un caso estremo, di impedire alla moglie e ai figli, indipendentemente dalla loro nazionalità, di uscire dal territorio nazionale.

Pericoli naturali

Il Nord del Paese è occasionalmente colpito da terremoti.

In caso di forti piogge i letti dei fiumi prosciugati (uadi) possono trasformarsi in breve tempo in torrenti impetuosi. Particolarmente nelle regioni di montagna le condizioni atmosferiche possono cambiare rapidamente.

In estate in molte regioni vi è un elevato pericolo d’incendi boschivi. Prestare attenzione alle previsioni meteorologiche, nonché agli avvisi e alle direttive delle autorità locali, ad es. ordini di evacuazione.
Météo Algérie

Se durante il soggiorno dovesse verificarsi una catastrofe naturale, si raccomanda di mettersi immediatamente in contatto con i propri famigliari e di seguire le direttive delle autorità locali. Qualora il collegamento con l'estero fosse interrotto, si raccomanda di mettersi in contatto con l'ambasciata di Svizzera ad Algeri.

Assistenza medica

Fuori delle grandi città l'assistenza sanitaria è spesso insufficiente. Gli ospedali privati richiedono una garanzia finanziaria prima di trattare i pazienti (carta di credito o pagamento anticipato). Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute.
Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Indirizzi utili

Disposizioni doganali: Directions générale des douanes

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Algeri
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.