Relazioni bilaterali Svizzera–Marocco

Le relazioni bilaterali tra Svizzera e Marocco sono buone e diversificate. Le relazioni di partenariato tra i due Paesi si stanno intensificando in campo economico e molti altri settori. Il Marocco è inoltre una meta di vacanze apprezzata dai turisti svizzeri.

Priorità delle relazioni diplomatiche

La qualità delle relazioni tra i due Paesi si riflette nella conclusione di vari accordi in numerosi ambiti. L’accordo di libero scambio tra il Marocco e l’Associazione europea di libero scambio (AELS), firmato il 19 giugno 1997, è entrato in vigore nel 1999.

 

Dal 2009 i ministri degli affari esteri dei due Paesi organizzano consultazioni politiche che mirano a sviluppare ambiti d’interesse comuni quali la cooperazione allo sviluppo, la migrazione, le riforme democratiche e il buongoverno, la sicurezza umana, i diritti dell’uomo, come pure altri settori specifici (energia, trasporti, agricoltura e turismo sostenibili). 

In campo multilaterale, vi è una stretta collaborazione tra i due Paesi, in particolare nel quadro del Consiglio dei diritti umani dell’ONU e della Francofonia, in cui Svizzera e Marocco spesso difendono interessi comuni.

Banca dati dei trattati internazionali

Cooperazione economica

Il Marocco è il settimo partner commerciale della Svizzera in Africa. Nel 2018 il volume complessivo degli scambi ha raggiunto i 580 milioni CHF.

La Svizzera esporta verso il Marocco principalmente prodotti farmaceutici, macchinari e prodotti dell’industria orologiera, mentre la maggior parte delle importazioni da questo Paese riguarda pietre e metalli preziosi, gioielli, prodotti tessili e abbigliamento.

La Svizzera svolge un ruolo attivo in Marocco da oltre 60 anni e la Camera di commercio svizzera a Casablanca è stata fondata più di 25 anni fa.

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise SGE

Camera di commercio svizzera in Marocco (fr)

Camera arabo-svizzera del commercio e dell’industria (en)

Circolo d’affari Svizzera-Africa (fr)

Informazioni sul Paese, Segreteria di Stato dell’economia SECO

Cooperazione nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione

I ricercatori e gli artisti marocchini possono candidarsi per una borsa di studio d’eccellenza della Confederazione Svizzera presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI).

A livello istituzionale, è stata avviata una collaborazione tra una scuola alberghiera svizzera e vari istituti analoghi in Marocco. Inoltre numerosi ospedali dei due Paesi hanno instaurato un programma di cooperazione per quanto concerne la formazione medica.

Borse d’eccellenza della Confederazione svizzera per ricercatori e artisti stranieri SEFRI

Promozione della pace e sicurezza umana

La strategia interdipartimentale di cooperazione svizzera per il Nord Africa 2017-2020 comprende tre settori di attività:

  • Processi democratici e diritti umani

  • Sviluppo economico e occupazione

  • Migrazione e protezione 

Nel quadro del primo ambito di questo programma, la Svizzera si è impegnata a migliorare il dialogo tra le autorità e i cittadini.

La Svizzera sostiene anche progetti per incrementare l’attuazione delle raccomandazioni avanzate dall’Esame periodico universale e per promuovere il rispetto dei diritti dei migranti e dei profughi.

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Nel quadro della strategia di cooperazione svizzera per il Nord Africa, la Svizzera aiuta il Marocco a promuovere la democrazia, migliorare lo sviluppo economico e prevenire le catastrofi naturali. Fornisce inoltre un contributo per proteggere i migranti vulnerabili e difendere i loro diritti.       
Tra il 2011 e il 2016 sono stati stanziati 32 milioni CHF per la cooperazione internazionale in Marocco. Per il periodo 2017-2020 è previsto un budget di oltre 19 milioni CHF.

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Strategia di cooperazione svizzera per il Nord Africa 2017-2020

Scambi culturali

La Svizzera partecipa regolarmente alle manifestazioni legate alla «Journée internationale de la Francophonie» e alla «Settimana della lingua Italiana nel mondo», e organizza vari eventi culturali.

Le Svizzere e gli svizzeri in Marocco

In base alla statistica sugli Svizzeri all’estero, alla fine del 2018 in Marocco risiedevano 1495 cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

I primi commercianti svizzeri si sono installati a Tangeri alla fine del XIX secolo. Le relazioni ufficiali tra la Svizzera e il Marocco risalgono all’inizio del XX secolo.

Nel 1921 la Svizzera apre un consolato a Casablanca, poi trasferito a Rabat nel 1947, e nel 1956 riconosce l’indipendenza del Marocco. Nell’ottica dello sviluppo delle relazioni diplomatiche, la Svizzera apre una legazione a Rabat, che assume il rango di ambasciata nel 1960. Tangeri ha ospitato un consolato tra il 1958 e il 1968, mentre oggi vi sono consolati onorari a Casablanca e a Marrakech.

Nel 1959 il Marocco apre una rappresentanza in Svizzera, che assume il rango di ambasciata nel 1961.

Marocco, Dizionario storico della Svizzera

Documenti Diplomatici Svizzeri, Dodis