Visti – Entrata e soggiorno in Svizzera

Il 18 marzo 2020 il Consiglio federale ha deciso che le entrate alle frontiere esterne di Schengen sono in linea di massima vietate, con poche eccezioni.

Già metà maggio il Dipartimento federale die giustizia e polizia (DFGP) aveva annunciato che le frontiere con l’Austria, la Germania e la Francia sarebbero state completamente aperte il 15 giugno 2020 d’intesa con le autorità di detti Paesi. Considerata l’attuale situazione pandemia, il 15 giugno 2020 sarà possibile revocare le vigenti restrizioni d’entrata anche nei confronti degli altri Stati UE/AELS e del Regno Unito a partire dal 15 giugno 2020.

Il Consiglio federale deciderà in un secondo momento e d’intensa con gli Stati Schengen in merito a ulteriori allentamenti delle restrizioni d’entrata nei confronti di Stati terzi.

Smette di rilasciare visti Schengen fino a nuovo avviso. Anche i visti nazionali saranno rilasciati soltanto in casi eccezionali. In questo contesto, tieni presente che non sei autorizzato a entrare in Svizzera se sei in possesso di un visto Schengen di tipo C rilasciato in precedenza.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web della Segreteria di Stato per la migrazione.

Per l’entrata in Svizzera si applicano varie regole. In linea di massima si distingue tra cittadini di Paesi dell’Unione Europea (UE) e dell’Associazione Europea di libero scambio (AELS) e cittadini che non provengono da questi Stati. La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) è competente al riguardo.

SEM

Dall’entrata in vigore dell’accordo di associazione della Svizzera a Schengen e Dublino (il 12 dicembre 2008), le rappresentanze svizzere all’estero possono rilasciare, in funzione della durata del soggiorno e scopo del viaggio, le categorie di visti qui sotto. Voglia scegliere la rubrica che le corrisponde.

Informazioni più dettagliate essere trovate sulla pagina inglese 

Visto Schengen per un soggiorno fino a 90 giorni

Concerne le persone che desiderano soggiornare in Svizzera per un breve periodo fino a 90 giorni nell’arco di 180 giorni. Per esempio, soggiorni turistici, visita a parenti/amici o soggiorni linguistici per un breve periodo, partecipazione a una conferenza o a un evento sportivo/culturale, ecc.

Visto nazionale per un soggiorno superiore ai 90 giorni

Concerne le persone che intendono entrare e soggiornare in Svizzera oltre 90 giorni. La domanda di visto è trasmessa per decisione all’autorità cantonale di migrazione competente per il luogo di soggiorno in Svizzera. Per esempio, studi in Svizzera, ricongiungimento familiare, matrimonio con presa di domicilio, ecc.

Visto di transito aeroportuale

Concerne unicamente i cittadini di certi paesi che sono soggetti a un visto di transito anche se non lasciano la zona internazionale di transito dell’aeroporto e non entrano nella zona Schengen.

Lavoro / Permessi di lavoro

Concerne la presa d’impiego di un lavoratore straniero in Svizzera. Un visto d’entrata non potrà essere emesso fino a quando le autorità cantonali competenti abbiano rilasciato le autorizzazioni necessarie.