Dipartimento federale degli affari esteri DFAE

"Cosa consiglia il DFAE?"

Molti svizzere e svizzeri chiedono al Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) raccomandazioni e consigli per i viaggi. Ecco un elenco di domande e risposte.

14.07.2020
Un uomo studia il piano delle partenze in aeroporto.

L'organizzazione di un viaggio richiede un'attenta pianificazione. © Keystone

Viaggiare

  

In quali Paesi posso recarmi?

Le informazioni più recenti su questo tema sono disponibili sul sito web del DFAE. Focus nuovo coronavirus (COVID-19)

Dove posso informarmi sulla situazione sanitaria e interna dei singoli Paesi?

Per maggiori informazioni:

  • consultare le pagine Internet del DFAE Focus nuovo coronavirus (COVID-19);

  • consultare le pagine Internet del DFAE per informazioni sulla sicurezza nei settori della politica e della criminalità (Consigli di viaggio);

  • rivolgersi direttamente alle ambasciate estere in Svizzera o consultare i siti dei Ministeri dei vari Paesi per aggiornarsi sulle restrizioni d’ingresso e sulle misure nazionali;

  • contattare le compagnie aeree o le compagnie di trasporto nazionali che forniscono informazioni su stato e offerte dei trasporti;

  • l’Organizzazione mondiale della sanità fornisce inoltre rapporti sui Paesi colpiti dal virus (OMS, coronavirus).

Devo andare in quarantena se entro in Svizzera dall'estero?

La Segreteria di Stato della migrazione SEM informa: Corona: Domande e risposte sull’entrata e il soggiorno in Svizzera, le eccezioni e il blocco dei visti.

L’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP ha decretato che, dal 6 luglio 2020, chi entra in Svizzera in provenienza da determinate regioni deve mettersi in quarantena per dieci giorni. Ecco l'elenco dell'UFSP che viene costantemente aggiornato. 

Che sostegno ricevo dal DFAE quando viaggio?

Ognuno è responsabile della preparazione, dell’organizzazione e della realizzazione del proprio viaggio..

Il Dipartimento invita viaggiatori e viaggiatrici a scaricare l’app Travel Admin del DFAE e a registrare i loro spostamenti. I cittadini e le cittadine svizzeri e del Liechtenstein che si trovano in difficoltà all’estero possono chiedere aiuto e consulenza alle rappresentanze svizzere o rivolgersi alla Helpline del DFAE. Il Dipartimento fornisce assistenza solo quando le persone interessate dimostrano di aver fatto tutto quello che ci si può ragionevolmente aspettare da loro per porre rimedio a una situazione di disagio, organizzandosi e procurandosi i mezzi finanziari necessari (Aiuto estero, DFAE).

Sono ancora bloccato all’estero. Che cosa devo fare?

I cittadini e le cittadine svizzeri e del Liechtenstein che si trovano in difficoltà all’estero possono chiedere aiuto e consulenza alle rappresentanze svizzere o rivolgersi alla Helpline del DFAE. Il Dipartimento fornisce assistenza solo quando i richiedenti dimostrano di aver fatto autonomamente tutto quello il possibile per trovare una via d’uscita, organizzandosi e procurandosi i mezzi finanziari necessari (Aiuto estero, DFAE).

Consigliamo di verificare le informazioni online o di contattare agenzie di viaggio e compagnie aeree per sapere quali voli commerciali vengono operati. Alcune compagnie aeree hanno ripreso l'attività. I cittadini svizzeri che si trovano in difficoltà all’estero possono contattare direttamente per e-mail o per telefono la rappresentanza svizzera competente. La maggior parte delle rappresentanze elvetiche hanno introdotto misure particolari per l’assistenza al pubblico, in modo da rispettare le regole di distanza sociale.

App Travel Admin

  

Perché è importante registrarsi sull’applicazione Travel Admin?

In condizioni normali, l'app fornisce consigli e suggerimenti su come prepararsi per i viaggi. Tuttavia, soprattutto in situazioni di crisi, la registrazione dei cittadini svizzeri è importante anche perché consente al DFAE di contattare, se necessario – e se possibile–, le persone interessate e fornire loro informazioni. 

Oltre alla registrazione tramite l'iscrizione o online, è necessario indicare anche le date del viaggio e i luoghi che saranno visitati. In questo modo, il DFAE avrà una visione d'insieme della situazione dei viaggiatori svizzeri nel mondo.

Spetta ai viaggiatori organizzare il ritorno con l'aiuto di un'agenzia di viaggi o direttamente con una compagnia aerea. Il DFAE fornisce un aiuto al ritorno attraverso le informazioni fornite dalle rappresentanze svizzere sul posto. In caso di richiesta di assistenza finanziaria, si prega di contattare la rappresentanza svizzera locale.  È possibile, in certa misura, concedere prestiti d'emergenza, ad esempio per coprire spese mediche o per protrarre il soggiorno all'estero fino alla data del ritorno. Il DFAE può sostenere le persone all'estero quando queste non sono in grado di far fronte alle difficoltà organizzative o finanziarie autonomamente o con l'aiuto di terzi (famigliari, amici, datori di lavoro, scuola, ecc.).

Ho contattato il DFAE tramite la app Travel Admin, ma non ho ancora ricevuto alcuna informazione. Cosa devo fare?

Potete contattare l'ambasciata nel paese in cui vi trovate, per e-mail o per telefono. Bisogna fornire all'ambasciata i dati di contatto. Nellelenco delle rappresentanze ufficiali svizzere o sulla Travel Admin App sono disponibili i dati di contatto delle rappresentanze svizzere.

Svizzere e Svizzeri all’estero

  

Sono uno svizzero all'estero; posso ricevere un aiuto finanziario dal DFAE?

A determinate condizioni, la Confederazione concede agli Svizzeri all'estero che si trovano in una situazione di emergenza finanziaria delle prestazioni sociali in via sussidiaria (ossia se le risorse proprie dello Stato ospitante e l'eventuale aiuto da esso fornito non migliorano la situazione di emergenza). Vi preghiamo di contattare la rappresentanza consolare svizzera competente per voi. 

Rappresentanze svizzere all'estero  

Moduli aiuto sociale 

Il rimpatrio in Svizzera è possibile per gli svizzeri all'estero?

Gli svizzeri all'estero che desiderano tornare in patria devono rivolgersi alla loro rappresentanza consolare svizzera per ottenere informazioni su eventuali voli di ritorno.

Di cosa devo tener conto come svizzero all'estero quando entro in patria?

Dal 6 luglio 2020, chi entra in Svizzera proveniente da determinate regioni deve mettersi in quarantena per dieci giorni. Si prega di consultare l'elenco dell'UFSP, costantemente aggiornato.

A partire dal 6 luglio 2020, chiunque attraversi il confine proveniente da uno Stato o da territorio ad alto rischio di infezione deve essere messo in quarantena per dieci giorni. L’elenco di questi paesi e altre informazioni sono accessibili alla pagina “Obbligo di quarantena per chi entra in Svizzera".

I membri del nucleo familiare (coniugi, partner registrati e figli minorenni) di un cittadino svizzero registrato presso una rappresentanza elvetica all’estero continuano a poter entrare in Svizzera purché adempiano le condizioni d’entrata ordinarie. Per ulteriori informazioni, si prega di consultare la pagina della Segreteria di Stato della migrazioni SEM Corona: Domande e risposte sull’entrata e il soggiorno in Svizzera, le eccezioni e il blocco dei visti

Sono indigente e non ho parenti o amici in Svizzera. Riceverò un sostegno finanziario per poter finanziare vitto e alloggio in Svizzera?

Per presentare una domanda di assistenza sociale, gli Svizzeri all'estero che desiderano tornare in Svizzera devono rivolgersi alla rappresentanza svizzera competente per gli affari consolari.

Sono un commerciante indipendente all'estero e cittadino svizzero. Posso ricevere un sostegno finanziario (ad es. in caso di perdita di reddito) dalla Svizzera?

Attualmente la Confederazione non fornisce alcun sostegno finanziario alle imprese o alle ditte individuali all'estero nell'ambito del regolamento COVID-19. Vi preghiamo di chiarire le vostre possibilità con le autorità del Paese ospitante.

Ho perso il mio lavoro all'estero e vorrei tornare in Svizzera. Che aiuto posso ottenere nella ricerca di un nuovo lavoro?

In linea di massima, prima del vostro ritorno in Svizzera potete ricorrere agli Uffici regionali di collocamento. Potete trovare informazioni e un modulo qui

Posso ricevere le prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione (ALV)?

Gli Svizzeri all'estero che vivono in un Paese dell'UE/AELS devono, in linea di principio, rivendicare le loro prestazioni nel Paese in cui hanno esercitato la loro ultima attività lavorativa. A tal fine è necessario rivolgersi all'assicurazione contro la disoccupazione del Paese ospitante. 

A determinate condizioni (tra le quali 12 mesi di attività lavorativa remunerata in Svizzera e all’estero, di cui almeno 6 in Svizzera) chi rientra da un Paese non membro dell’UE/AELS ha diritto all’indennità di disoccupazione. Chiarire in anticipo le questioni relative al diritto e alle prestazioni dell'ALV presso l'assicurazione contro la disoccupazione in Svizzera. 

Si consiglia agli assicurati di contattare l’Ufficio regionale di collocamento RAV o la cassa disoccupazione per telefono o per e-mail. 

Guida al ritorno in Svizzera

arbeit.swiss - Ritorno in Svizzera (SECO)

Altre domande

  

Sono a corto di farmaci che devo prendere regolarmente. Cosa devo fare?

Se è preoccupato per l'esaurimento delle medicine, deve fare quanto segue:

  • Consulti un medico sul posto, in modo che possa prescriverle una ricetta che le permetta di andare a prendere i farmaci necessari (eventualmente sostitutivi) in una farmacia locale.
  • Se non è possibile ottenere i farmaci in loco e non sono disponibili farmaci sostitutivi, la preghiamo di verificare presso la sua assicurazione di viaggio, i suoi parenti o conoscenti in Svizzera se possono inviarle i farmaci direttamente, per posta ordinaria o tramite corriere/mail.
  • Se tutte le opzioni di cui sopra sono state esaurite, la preghiamo di contattare nuovamente il DFAE, indicando ciò che ha intrapreso e perché non le è stato possibile procurarsi i medicinali necessari. Dovrà includere la conferma da parte di un medico locale che non sono disponibili farmaci alternativi a livello locale. Le richieste saranno esaminate caso per caso. Se la richiesta è approvata, riceverà istruzioni su come procedere.

Vengono organizzati dei rimpatri per far rientrare i cittadini svizzeri rimasti bloccati all'estero a causa di voli annullati?

La situazione è molto diversa a seconda del Paese. 

La Confederazione può fornire assistenza e sostegno sussidiario nell'ambito delle sue possibilità e nel rispetto del principio di proporzionalità. Tuttavia, non può aggirare le direttive delle autorità locali, che devono essere rispettate anche dai viaggiatori.

A causa dei voli cancellati il mio visto è scaduto e senza il visto non posso acquistare un biglietto aereo. Cosa devo fare?

Il primo passo è quello di contattare le autorità di immigrazione per estendere la validità del visto. Altrimenti si rischia di essere multati per soggiorno illegale nel paese. In una seconda fase è possibile acquistare un biglietto aereo.

Sono a Londra e vorrei tornare in Svizzera. Ho intenzione di prendere l'auto o il treno. Posso viaggiare attraverso la Francia o sarò fermato?

Per domande su altri Paesi, si prega di contattare le ambasciate estere in Svizzera.

FranciaSito web Ambasciata francese

Ho bisogno di un permesso di viaggio di ritorno per viaggiare attraverso il paese X (ad es. Spagna e Francia) verso la Svizzera?

Questo dipende dal paese X, quindi vi preghiamo di contattare la rappresentanza svizzera sul posto.

Sono bloccato nel paese X. Come può il DFAE fornirmi un aiuto finanziario?

Il DFAE esamina le possibilità di sostegno per le persone bloccate e può offrire assistenza all'estero secondo la legge sugli Svizzeri all'estero (ad es. aiuto ponte sotto forma di sostegno finanziario; prestiti d'emergenza per l'assistenza medica) fino alla prima possibile partenza. Si prega di contattare la rappresentanza locale. Prima di fornire qualsiasi tipo di supporto, è necessario tenere presente, in particolare, i seguenti punti:

Viene privilegiata la responsabilità personale del richiedente. Questa responsabilità implica che la persona abbia prima contattato parenti o conoscenti per ottenere un sostegno finanziario. I richiedenti devono inoltre contattare i loro istituti finanziari (ad es. per un aumento del limite della carta di credito). Se nessuno di questi contatti è in grado di aiutare, può essere preso in considerazione un prestito d'emergenza. La logica richiede anche che la maggior parte di queste persone abbia un reddito (salario, AVS/AI, ecc.). Se hanno un reddito mensile, questo deve essere utilizzato per coprire il finanziamento del soggiorno prolungato.

Le Ferrovie Federali Svizzere (FFS) offrono il servizio di trasferimento di denaro Western Union in oltre 140 stazioni in Svizzera. Questo permette di inviare denaro in più di 200 paesi in tutto il mondo. In pochi minuti, il denaro è disponibile in una delle numerose agenzie in tutto il mondo.

Rientro organizzato

L'operazione di rimpatrio del DFAE si è conclusa a fine aprile 2020. Da allora, il DFAE offre sostegno e protezione consolare nel miglior modo possibile ai viaggiatori svizzeri ancora bloccati e in difficoltà, nonché ai cittadini svizzeri registrati all'estero. Questo appoggio comprende anche la ricerca di possibilità per un viaggio di ritorno e l'organizzazione di posti sui voli organizzati da Paesi terzi. 

In circostanze estremamente difficili, quando i voli commerciali sono ancora completamente interrotti, quando i voli verso Paesi terzi non sono praticamente più offerti o quando un gran numero di cittadini svizzeri desidera tornare a casa, il DFAE può eccezionalmente considerare la possibilità di un volo speciale come appoggio sussidiario per le persone interessate sulla base dell'art. 42 della legge sugli svizzeri all'estero. In questo caso, si tratterebbe di una misura eccezionale; il volo non verrebbe offerto alle stesse condizioni dei voli di rimpatrio organizzati nei mesi di marzo e aprile 2020.

Inizio pagina