Validi il:
Diffusi il: 20.07.2018

Capitolo Pericoli locali specifici, confine con l'Etiopia: avvio delle relazioni diplomatiche in luglio 2018


Consigli di viaggio – Eritrea

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.
Si prega inoltre di leggere anche le raccomandazioni generali per tutti i viaggi come pure la rubrica focus, parte integrante dei presenti Consigli di viaggio.

Valutazione sommaria

I rapporti con gli stati limitrofi sono tesi. Si sconsigliano i viaggi nelle regioni di confine.

Tutti i viaggi al di fuori di Asmara sono soggetti ad un’autorizzazione di viaggio. Questo vale anche per il personale diplomatico e consolare svizzero. La Svizzera ha quindi in determinate circostanze possibilità limitate o addirittura nulle di prestare aiuto in casi d’emergenza.

Si consiglia di informarsi tramite i media, prima e durante un viaggio, in merito all'evoluzione della situazione e di evitare gli assembramenti e le manifestazioni di qualsiasi tipo.

Non si può escludere il rischio di attentati terroristici neanche in Eritrea. La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Mine: Le mine disseminate durante la guerra civile (1962 - 1993) non sono ancora state tutte disinnescate. Soprattutto al Nord e lungo il confine con il Sudan la situazione è particolarmente pericolosa. Si consiglia pertanto di rimanere esclusivamente sulle strade più frequentate e, in caso di dubbio, di informarsi presso le autorità locali e/o la popolazione.

Regione di confine con l'Etiopia:
Nonostante l'accordo di pace del 2000, la situazione al confine con l'Eritrea rimane tesa. I valichi di confine tra l’Etiopia e l’Eritrea sono chiusi. Scontri violenti tra le forze di sicurezza Eritree e Etiopi hanno luogo soventemente. Le zone teatro del conflitto lungo il confine con l'Etiopia sono fortemente minate.
Resta da vedere fino a che punto la normalizzazione delle relazioni tra Eritrea e Etiopia e l’avvio delle relazioni diplomatiche in luglio 2018, influiranno sulla situazione della sicurezza.
Si sconsiglia di avvicinarsi alla regione di confine con l’Etiopia.


Regione frontaliera con Gibuti:
a causa dei conflitti frontalieri irrisolti tra l’Eritrea e il Gibuti, la situazione permane tesa. Sono pertanto sconsigliati i viaggi nella regione frontaliera con Gibuti.

Regione frontaliera con il Sudan:
Nella regione frontaliera con il Sudan, sono attivi i contrabbandieri (contrabbando di merce e di esseri umani). La situazione è tesa. Si sconsigliano i viaggi nella regione frontaliera con il Sudan.

Criminalità

Occorre peraltro adottare in tutto il Paese le abituali precauzioni contro la piccola criminalità. La notte evitare i viaggi interurbani e le passeggiate.

Nel Golf d’Aden e nelle acque del Eritrea si sono ripetutamente verificati attacchi di pirateria. Prestare attenzione alle informazioni specifiche:
Pirateria marittima

Trasporti e infrastrutture

Il conflitto con l'Etiopia ha ulteriormente deteriorato la situazione economica già precaria in precedenza. Tranne che in alcune città, i viaggiatori non possono contare su alcuna infrastruttura (alloggi, ristoranti ecc.).

Durante la stagione delle piogge (da giugno a settembre) le strade non asfaltate sono talvolta difficilmente praticabili. La presenza di camion, pedoni e bestiame sulle strade accresce il rischio di incidenti, per cui occorre prestare la massima attenzione soprattutto lungo i percorsi tortuosi di montagna.

Disposizioni giuridiche specifiche

Gli atti omosessuali sono punibili. È proibito fotografare edifici pubblici (ponti, aeroporti) e strutture militari o persone in uniforme. Anche chi si esprime in modo critico nei confronti del governo rischia di essere arrestato. I reati contro la legge sugli stupefacenti sono perseguiti con lunghe pene detentive. Le condizioni di detenzione sono dure. Di norma il vitto dei prigionieri è procurato dai familiari.

Particolarità culturali

Quanto al comportamento e all'abbigliamento, si raccomanda di conformarsi alle usanze della popolazione in parte mussulmana e in parte cristiano-ortodossa. Informarsi nelle guide turistiche, presso la propria agenzia di viaggi o sul posto in merito alle regole comportamentali. Si deve considerare che durante il Ramadan vigono regole e prescrizioni particolari.

Pericoli naturali

L'Eritrea si trova in zona sismica attiva e vi sono diversi vulcani attivi. Prestare attenzione agli avvisi e alle istruzioni delle autorità locali, ad es. blocchi a causa di vulcani attivi, ordini di evacuazione.
Se durante il soggiorno dovesse verificarsi una catastrofe naturale, si raccomanda di mettersi immediatamente in contatto con i propri famigliari. Qualora il collegamento con l'estero fosse interrotto, si raccomanda di mettersi in contatto con il Consolato Generale honorario di Svizzera a Asmara.

Assistenza medica

Fuori dalla capitale Asmara, l'assistenza medica di base è garantita solo in misura limitata. Gli ospedali richiedono  generalmente un’acconto prima di trattare i pazienti. Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute.
Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Consigli specifici

Gli stranieri necessitano di un permesso per tutti i viaggi fuori da Asmara. Per maggiori informazioni rivolgersi all' Ambaciata di Eritrea a Ginevra.

Indirizzi utili

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Khartum, Sudan
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.